Una struttura in acciaio efficiente per il centro ricerche EADS per prototipi di aeroplani a Madrid

Quasi 3000 tonnellate di ArcelorMittal Steel sono state utilizzate per costruire il Centro di Ricerca per Prototipi di Aeroplani (Complex T23) presso la sede spagnola di EADS a Madrid. È composto da due hangar, un magazzino logistico e un edificio per uffici a 4 piani. A causa della tempistica ridotta, è stato utilizzato il design strutturale di un hangar esistente, ma grazie al ricalcolo della struttura si è potitp ottenere un notevole risparmio di peso. 

 

Informazioni dettagliate

Gli Hangar e la loro struttura in acciaio

L'elaborazione di progetti e la costruzione dei nuovi hangar destinati a ospitare il Centro di Ricerca per l'MRTT (Multi Role Tanker Transport) di Airbus Military sono stati eseguiti in meno di 15 mesi.

Gli hangar T23, larghi 80 m, lunghi 90 m e 24 m di altezza, sono stati costruiti accanto ad un hangar annesso (T22) il cui disegno è stato replicato a causa del breve periodo di consegna. Tuttavia, un ricalcolo della struttura del T22 ha reso possibile una riduzione sostanziale del peso delle strutture dei nuovi hangar.

I pilastri della struttura T22 sono profili HE 900, ma secondo i risultati del nuovo calcolo, una dimensione minore sarebbe sufficiente per soddisfare le esigenze del nuovo edificio., Considerando i nuovi calcoli, i profili utilizzati per gli hangar T23 sono HE 700.

In questo modo, tra i due hangar sono state risparmiate un totale di 600 tonnellate di materiale. Mentre la struttura T22 aveva bisogno di 1800 tns di acciaio per essere costruito, ognuno dei nuovi hangar utilizza solo 1500 tns. Questi significativi risparmi di materiale hanno naturalmente influenzato anche la fondazione.

I tetti del tetto sono a traliccio triangolare con profili e tubi saldati. Le catene superiori sono costituite di due profili HEA 450 e quelle inferiori da due profili IPE 500 uniti tra loro formando un cassetto. Ogni elemento pesa circa 100 tonnellate. Al fine di agevolare il loro trasporto, le travi sono state suddivise in 5 parti, ognuna da 16 m. I giunti sono stati realizzati con viti ad alta resistenza e piastre in acciaio da 30 mm S275.

Ogni hangar dispone di 3 gru a trave singola da 24 m, ciascuna con una capacità di 5 tonnellate. Le travi portanti sono profili IPE 450.

La copertura è di tipo a ponte con un foglio di acciaio sul fondo, due strati isolanti e un foglio di polipropilene FPA impermeabile all'esterno.

La facciata dell’hangar è principalmente realizzata in lamiera d’acciaio e pannelli sandwich di lana di roccia. Nelle pareti condivise con l'edificio per uffici e l'area logistica sono stati utilizzati pannelli prefabbricati in calcestruzzo, con isolamento in polistirene intermedio. È stata collocata una frangia superiore di 3 m di policarbonato cellulare che funziona come lucernario.

Le porte degli hangar sono costituite da 7 pannelli scorrevoli, ciascuno controllato indipendentemente. Sono costituiti da una struttura in acciaio su cui sono stati collocati pannelli sandwich identici a quelli del resto della facciata, incluso il lucernario che continua sulle porte. I 7 pannelli possono essere aperti contemporaneamente, lasciando un'entrata aperta 80 metri di larghezza e 20 metri di altezza e unendo nello spazio previsto per questo tra i due hangar.

L'aria condizionata è basata su pompe di calore e il sistema di distribuzione dell'aria è composto da ugelli sul soffitto e cassetti in lamiera perforata posti lungo la facciata interna dei due hangar ad un'altezza di 3 m per liberare spazio nell'edificio. Il sistema è reversibile, quindi in inverno l'aria calda viene prodotta attraverso i cassetti e ritorna attraverso gli ugelli, mentre in estate l'impulso di aria fredda avviene attraverso gli ugelli del ponte e ritorna attraverso i cassetti. In questo modo si evita la stratificazione.

L’uso dell’energia geotermica

La fondazione profonda con pali (più di 400 pali, profondi 15 m) ha offerto la possibilità di utilizzare le basse temperature geotermiche disponibili sotto terra. A questo scopo sono stati installati complessivamente 18 km di tubi per il flusso d'acqua nei pali, che favoriscono l'aria condizionata sia in estate che in inverno, grazie al fatto che la temperatura a 3 m di profondità è praticamente costante durante tutto l'anno (16-19 ºC).

L’edificio per uffici con travi di solaio ArcelorMittal

Sulla facciata nord-orientale degli hangar è stato costruito un edificio per uffici a 4 piani che ospita anche laboratori ausiliari e camere al pianterreno. Oltre 800 persone lavorano su una superficie complessiva di 13200 m2. I profili ArcelorMittal IFB tipo A (pavimento integrato) sono utilizzati per la struttura di questo edificio.

Esso comprende un tipo di profilo ottenuto da un profilo a parzialmente laminato (HEA 500 e HEB 500) a cui viene aggiunta una piastra di flangia molto ampia, in modo che sia possibile posizionarvi sopra piastre prefabbricate forgiate che mantengano una sufficiente lunghezza di supporto (da 8 a 10 centimetri). In questo caso sono stati utilizzati solai in cemento pre-tensionati.

T23 in numeri

Superficie:
AREA A (Hangar 1) 7.320,42
AREA B (Hangar 2) 7.320,42
AREA C (area logistica) 2.742,08
TOTAL 17.382,92
AREA D (Uffici) 13.205,43
TOTALE 30.588,35

Acciaio per le strutture:
Edifici: 2934 tn (2858 tn fornite da ArcelorMittal)
Uffici: 705 tn (689 tn fornite da ArcelorMittal)

TOTALE tubi e profile laminati: 3639 tn
Acciaio corrugato per rinforzo del cemento: 765 tn

Informazioni di progetto

  • Madrid
  • Spagna
  • Architetto
    Facility Mngmt Services & Engineering EADS Spain
  • Hangar: 04/2008 -07/2009; Uffici: -12/2009
  • Committente
    EADS-CASA
  • Studio di ingegneria
    Facility Mngmt Services & Engineering EADS Spain 
    Project Manager: Luis Carrascosa
  • Contractor
    CAVEGA S.A.; 
    Struttura in acciaio: EMETEC
  • Fotografo
    ©Facility Mngmt Services & Engineering EADS Spain