Informazioni sui sistemi InQuik

InQuik produce ponti standardizzati, pre-certificati e prodotti in serie che possono essere facilmente trasportati in qualsiasi parte del mondo. La soluzione rende la costruzione di un ponte rapida, semplice, a basso rischio ed economica. InQuik impiega 15 persone nel suo team di vendita e consegna e produce sistemi in tre stabilimenti in Australia. InQuik si sta attualmente preparando per l'espansione negli Stati Uniti, in Asia e in altre regioni del mondo.

Più informazioni: inquik.com.au


The T.C. Graham Prize

The T.C. Graham Prize has been awarded annually since 2014 to the winners of the Association for Iron & Steel Technology’s (AIST) annual design competition. The winning entry receives a 20 000 USD cash prize. The purpose of the contest is to encourage, generate, and incubate ideas that may lead to the development of new markets for steel.

More info: www.aist.org

Il premiato sistema InQuik utilizza Magnelis® per installare rapidamente ponti innovativi

La società australiana InQuik ha sviluppato un metodo unico per costruire ponti che può essere implementato rapidamente utilizzando manodopera poco qualificata. La tecnologia brevettata a livello globale utilizza Magnelis® di ArcelorMittal Europe - Flat Products per creare la cassaforma di un ponte, che viene quindi riempita con calcestruzzo per creare il ponte stesso. Sebbene i ponti siano progettati per una durata di 100 anni, gli esperti ritengono che grazie all'uso di Magnelis® questa potrebbe raddoppiare senza la necessità di una manutenzione significativa. Con centinaia di migliaia di ponti in tutto il mondo che necessitano di essere sostituiti, il potenziale per il sistema InQuik è enorme. Il design innovativo del sistema InQuik è stato riconosciuto quando ha vinto il T.C. Graham Prize 2019 dall'Association for Iron & Steel Technology (AIST).


Il sistema InQuik

Il sistema InQuik è stato sviluppato da un team familiare composto da padre e figlio Bruce, Logan Mullaney e dal cognato di Bruce, Jim Howell. Il loro obiettivo originale era quello di migliorare il trasporto di alloggi modulari tramite un sistema di container. "Quando siamo andati a registrare la nostra idea di un rinforzo per contenere il peso morto del calcestruzzo, l'ufficio brevetti ci ha detto che era completamente nuovo", spiega Logan Mullaney, ora amministratore delegato di InQuik Bridging Systems. "Abbiamo subito iniziato a pensare ad altri modi in cui potevamo usare questa tecnologia".

"Vista la domanda crescente di ponti a livello globale, questi sembravano essere un campo ideale per l'applicazione del nostro sistema" nota Logan Mullaney. “Ci siamo resi conto che inserendo una capriata in un guscio di acciaio rinforzato potevamo sostenere il carico temporaneo del cemento fino alla sua completa polimerizzazione. Il nostro primo ponte di prova è stato costruito sulla nostra proprietà in Australia. Ne abbiamo costruiti tre nel primo anno e otto nel secondo anno. Quest'anno, il nostro terzo, installeremo circa 40 ponti InQuik. ”

 

Magnelis® fornisce resistenza a lungo termine

Una sfida importante era identificare un buon materiale per la cassaforma che trattiene il calcestruzzo fino a quando non si asciuga completamente. "All'inizio avevamo pensato di utilizzare l'acciaio zincato, ma col tempo questo si sarebbe arrugginito", afferma Logan Mullaney. “Sebbene la cassaforma sia un elemento rimovibile, ci siamo resi conto che la vista della corrosione del metallo avrebbe ridotto la fiducia dell'utente e aumentato la quantità di manutenzione richiesta. Avevamo bisogno di una soluzione più duratura. "

Magnelis® è stato presentato a Inquik attraverso un contatto in Australia. "Magnelis® ci consente di lasciare la cassaforma del ponte in posizione in quanto ha una finitura esteticamente piacevole - ed è resistente", afferma Logan Mullaney.

Un altro vantaggio chiave di Magnelis® è la protezione che offre al ponte in cemento. "Poiché la cassaforma rimane, il cemento e l'acciaio di rinforzo interno sono protetti dalla corrosione", spiega Logan Mullaney. “Ciò significa che il ponte durerà più a lungo. Gli ingegneri hanno stimato che la vita utile di un ponte InQuik potrebbe superare di gran lunga la sua vita di progettazione di 100 anni, potenzialmente fino a 200 anni. "

Fiducia nella qualità

La cassaforma Magnelis® aiuta a contenere plastificanti e sostanze chimiche idrosolubili presenti nel calcestruzzo. Magnelis® garantisce la conservazione delle risorse naturali in quanto utilizza significativamente meno zinco rispetto ai rivestimenti in zinco puro. Anche il deflusso di zinco è notevolmente ridotto rispetto agli acciai zincati.

"Magnelis® non è molto conosciuto in Australia e siamo una delle poche aziende ad utilizzarlo", osserva Logan Mullaney. "Ma il "Made in Europe "è un marchio di qualità per le aziende australiane. Insieme al fatto che ArcelorMittal è il più grande produttore di acciaio al mondo, ciò garantisce ai nostri clienti e utenti la fiducia nel sistema. "

La tecnologia trasportabile può essere implementata a livello globale

Magnelis® viene importato in Australia da ArcelorMittal Brema, dove viene prodotto. InQuik ne mantiene un'ingente scorta in Australia, in quanto vi è attualmente un tempo di consegna di quattro mesi per gli ordini. "Stiamo cercando di ridurre i tempi di consegna di modo che InQuik non debba conservare una scorta così grande di materiale", osserva John Robbins, direttore delle spedizioni di ArcelorMittal Europe - Flat Products.

Rispetto ad un ponte convenzionale in cemento armato, il sistema InQuik contiene fino al 90 percento di acciaio in più. Tuttavia, i ponti InQuick sono più convenienti in quanto possono essere prefabbricati e i tempi di installazione sono significativamente più bassi, spiega Logan Mullaney: “I ponti InQuik sono standardizzati, pre-certificati e sono prodotti in serie. Ed è possibile trasportare un intero ponte su un semirimorchio. È sufficiente portare il rimorchio sul posto, installare i componenti e quindi riempirli di cemento. Ci vogliono solo una piccola gru e alcuni giorni per costruire il ponte. In genere i clienti risparmiano tra il 20 e il 50 percento rispetto a un ponte convenzionale, grazie a tempi di installazione inferiori, basso rischio e minor utilizzo della gru. "

Testo: ArcelorMittal Europe Communications
Immagini: InQuik Bridging Systems & AIST