Casi studio simili Mostre e convegni

Un progetto moderno con la più alta qualità architettonica per la Liverpool Arena e il suo centro congress con I pannelli in lana minerale Flamstyl

A causa della sua posizione nel porto storico di Liverpool, designato patrimonio culturale mondiale dall’UNESCO, la massima qualità architettonica è stata uno dei requisiti principali per la costruzione dell’ACC Liverpool. I pannelli delle facciate Flamstyl, con isolamento in lana di roccia, garantiscono il risultato estetico desiderato.

Informazioni dettagliate

Un progetto moderno

Su un lotto di terreno inutilizzato posto lungo il King’s Dock, nelle vicinanze del porto di Liverpool è sorto, nell’ambito del progetto di risanamento della città, uno dei più versatili centri congressi d’Europa, situato in contatto diretto con il salone dedicato alle manifestazioni.



Il design architettonico ricorda una farfalla che si posa sull’acqua. La Echo Arena, un centro polivalente con una capacità di 10.000 spettatori è collegato direttamente al BT Convention Centre per mezzo di una galleria trasparente. Le diverse aree funzionali del complesso, progettate in forme standardizzate, sono collegate a nuovi ed ampi luoghi pubblici in cui sono presenti spazi per manifestazioni artistiche e altre attività.

Il complesso ha un’altezza ridotta per non limitare la visuale sul patrimonio UNESCO e sulla linea di costa. Per questo motivo la maggior parte degli impianti dello ACC Liverpool sono stati realizzati sotto il livello del suolo. 



Un edificio che 20 anni fa non sarebbe stato possibile costruire: alla base del suo progetto e della sua forma ci sono le più moderne tecnologie progettuali e costruttive.



Una facciata estetica che sfida l’atmosfera marina

La facciata è realizzata in acciaio e vetro. Un sistema in acciaio costituisce la parte terminale superiore della facciata, dal bordo arrotondato. Sono stati realizzati gli elementi di giunzione non infiammabili mediante l’impiego di pannelli sandwich del tipo Flamstyl, dotati di un sistema di ancoraggio nascosto. La superficie esterna dei pannelli è liscia, lo spessore della lamiera è 0,75 mm, per uno spessore totale di 60 mm e una larghezza di 1000 mm, disponibili con una lunghezza massima di 14 m. Inoltre per questo progetto sono stati impiegati degli elementi speciali (elementi angolari).



Per una parte della facciata nel settore dell’ingresso sono stati impiegati dei pannelli Flamstyl, nei quali non sono visibili le interruzioni dovute ai traversini.



La facciata in acciaio non risponde solo alle esigenze estetiche, che tengono conto dell’immediata prossimità con un monumento storico, ma è stata progettata anche per resistere ai forti effetti corrosivi della sabbia e della salsedine, dovuti al clima marino. 



Al di sotto della facciata in acciaio si trova una facciata in vetro serigrafato. Ogni lastra è ritagliata in modo speciale e solo 22 dei pannelli  in vetro sono intercambiabili. Le lastre di vetro non sono trasparenti dall’esterno, mentre la visibilità dall’interno verso l’esterno risulta differente nelle varie aree del complesso.



La tipologia di vetro è in funzione dell’area e delle attività svolte nel complesso: è stata predisposta una vetratura semplice nelle aree intorno al salone delle manifestazioni, e doppia o tripla nel BT Convetion Centre.

Il tetto dello ACC Liverpool è caratterizzato sia dalle sue grandi dimensioni sia dalla sua posizione. Inoltre, la sua struttura con uno spessore di 40 mm funziona come un doppio vetro e l’aria intrappolata all’interno agisce da isolante.



Aree funzionali

La Echo Arena è un salone per manifestazioni particolarmente flessibile, con una capacità di oltre 10.000 posti a sedere, adattabile in base alle esigenze delle diverse tipologie di eventi. 



Il BT Convention Centre dispone di un auditorium con 1.350 posti a sedere e una superficie espositiva di 7500 m2. Anche in questo caso la multifunzionalità ha un ruolo importante: l’auditorium può essere suddiviso in molti spazi di raccolta più piccoli che offrono spazio per conferenze e congressi di tutti i tipi. 



Il complesso dello ACC Liverpool comprende, inoltre, un nuovo spazio pubblico, un parcheggio da 2.600 posti auto, piazzole per camper e 96 camere d’albergo. 



Il moderno centro manifestazioni è diventato rapidamente il simbolo del rinato porto di Liverpool ed è stato utilizzato come centro principale per le manifestazioni celebrative che hanno coinvolto Liverpool come capitale europea della cultura nel 2008.

Concetto di sostenibilità

L’ACC Liverpool può essere annoverato tra i pochi centri congressi “verdi” presenti in Europa. Ha ottenuto la certificazione di livello “ottimo” dal BREEAM (BRE Environmental Assessment Method) in quanto unico nel suo genere in Gran Bretagna; inoltre ha ricevuto anche il certificato d’oro del Green Business Tourism Scheme. 



Grazie alla sua progettazione particolarmente sostenibile con criteri rigorosi per l’efficienza energetica e la sostenibilità ambientale, il BT Conference Centre produce solo la metà delle emissioni di CO2 e consuma il 20% in meno di elettricità rispetto ad un edificio ordinario di questo tipo. Il design, l’isolamento e il sistema di ventilazione, conformi all’ottimizzazione energetica, sono armonizzati tra loro e l’efficientissima illuminazione è controllata da sensori di movimento. Cinque silenziose turbine eoliche sulla riva del fiume forniscono elettricità allo ACC Liverpoool. 



Il 40% dell’acqua consumata nelle toilette è coperta dall’acqua piovana raccolta sul tetto. La galleria che unisce i due edifici è costituita da un rivestimento in plastica a due strati, dotato di ventilazione, che mantiene l’edificio fresco in estate e caldo in inverno.

Informazioni di progetto

  • Liverpool
  • Gran Bretagna
  • Architetto:
    Wilkinson Eyre
  • 2005-2008
  • Committente:
    Liverpool City Council
  • Ingegneria: 
    Buro Happold, M&E: Faber Maunsell (struttura)
  • Contractor:
    Bovis Lend Lease
  • Fotografo: 
    1-4, 9-14: ©ACC Liverpool; 
    4-8, 16: © H. Königsmaier, Pflaum & Söhne